Dino BAGGIO, calciatore onesto e senza peli sulla lingua, scomodo a qualcuno...

Pagina della storia del Toro
Rispondi
Avatar utente
Bertolino
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/02/2017, 11:33

Dino BAGGIO, calciatore onesto e senza peli sulla lingua, scomodo a qualcuno...

Messaggio da Bertolino »

Immagine Immagine

Dino BAGGIO
”Quel gesto, sfregando pollice e indice all’arbitro Farina, era la mia denuncia contro il sistema! Oggi, forse, sarei creduto! ”<< IO AVEVO DENUNCIATO IN MODO PLATEALE QUELLO CHE TUTTI SAPEVANO... CIOÈ CHE, GLI ARBITRI STAVANO DALLA PARTE “degli altri”>>.

DINO BAGGIO nasce a Camposanpiero (VI) il 24 luglio 1971. Cresciuto calcisticamente nel vivaio “GRANATA”, al mitico FILADELFIA, agli ordini del “Mago” Sergio VATTA con cui ha Esordito nel Campionato di SERIE B, il 22 aprile1990. Foggia: (Stadio Pino ZACChEria). FOGGIA - TORINO 0-1. Rete: 18’ s.t. Fimognari. Formazioni; FOGGIA: F. Mancini; List, Codispoti; NUNZIATA, Bucaro, Ferrante (82’ Casale); Rambaudi, Fonte, Meluso, Barone, Signori. Allenatore: Zdenek Zeman.
TORINO: Marchegiani; Mussi, Ferrarese; Sordo, S. Benedetti, E. Rossi; Lentini, Fimognari (67’ DINO BAGGIO), Pacione, Venturin, Skoro. Allenatore: Eugenio Fascetti. Arbitro: Sguizzato (Verona).

ESORDIO in SERIE A: Torino: Stadio delle ALPI. 9 settembre 1990. 1° Giornata del Campionato 1990/91. TORINO - LAZIO 0-0. Formazioni; TORINO: Marchegiani; P. Bruno, D. BAGGIO; Mussi, Cravero, Policano; Lentini, Fusi (46’ F. Romano), Muller, M. Vazquez, Skoro (60’ Carillo). In panchina: F. Tancredi, Zago, G. Bresciani. Allenatore: Emiliano MONDONICO.
LAZIO: Fiori; Bengodi, R. SERGIO; G. Pin, GREGUCCI, Soldà; Madonna (81’ A. Bertoni), R. BACCI, Riedle, SCLOSA, Sosa. In panchina: Orsi, NARDECCHIA, Lampugnani. Allenatore: Dino Zoff. Arbitro: Magni (Bergamo).
PRIMO dei DUE gol realizzati in Maglia “GRANATA: Torino: Stadio delle ALPI. 10 marzo 1991. 24° Giornata del Campionato 1990/91. TORINO - CESENA 2-1. Reti: 33’ A. Piraccini (C), 84’ Lentini (T), 87’ Dino BAGGIO.
Formazioni; TORINO: Marchegiani; P. Bruno, D. Baggio; Fusi (73’ E. Annoni), S. Benedetti, Policano; Lentini, Sordo, G. Bresciani, F. Romano, Skoro. In panchina: F. Tancredi, Carillo, Cois, A. Brunetti. Allenatore. Emiliano MONDONICO. CESENA: A. Fontana; Calcaterra, Nobile; A. Piraccini, Barcella (70’ Gelain), Jozic; Turchetto, Esposito, AMARILDO, Ansaldi, Ciocci (80’ CUTTONE). In panchina: Ballotta, Giovannelli, Dal Bianco. Allenatore: Batistoni. D.T. Renato Lucchi. Arbitro: R. Lo Bello (Siracusa).
IL SECONDO e ULTIMO gol, Dino BAGGIO la realizza due giornate dopo sempre al Delle ALPI alla 26° Giornata quando il TORO si impone 5-2 contro il GENOA. Reti: 7’ Skoro (T), 17’ G. Bresciani (T), 28’ Skoro (T), 39’ rig. E 52’ AGUILERA (G), 60’ DINO BAGGIO, 79’ aut. N. CARICOLA (T).In quella stagione colleziona 25 presenze. Nel 1991 ci viene .. strappato dagli “altri ” che lo girano in prestito all’INTER per una stagione. TORNA nella Torino che "NON CONTA” e rimane 2 stagioni, quindi passa al PARMA, e proprio nella sua prima stagione con i “Ducali” il nostro “DINOSAURO” si prende una sonora rivincita sugli “ODIATI GOBBI” che mai lo hanno sopportato per le sue origini “GRANATA”. Nella COPPA U.E.F.A. SI TROVANO IN FINALE... PARMA e “gli altri” Coppa U.E.F.A. 1994/95. Finale di Andata: Parma, stadio TARDINI, mercoledì 3 maggio 1995, ore 20.30. PARMA - “gli altri” 1-0. Rete: al 5’ del primo tempo: Dino BAGGIO. Formazioni; PARMA: Luca BUCCI; Benarrivo (54’ Roberto MUSSI), A. Di Chiara; Lorenzo MINOTTI, Apolloni, Fernando Couto; G. Pin, DINO BAGGIO, Sensini, Zola (89’ Stefano FIORE), Asprilla. In panchina: G. GALLI, M. Susic, M. Branca. Allenatore: Nevio Scala. “gli altri”: Rampulla, Fusi (72’ Del Piero), Jarni; Tacchinardi, M. Carrera (46’ Marocchi), Paulo Sousa; Di Livio, Deschamps, Vialli, R. Baggio, Ravane:lli. Allenatore: Marcello Lippi. Arbitro: Lòpez Nieto (Spagna). NELLA GARA DI RITORNO DISPUTATASI AL “MEAZZA” di MILANO, Dino BAGGIO è ANCORA PROTAGONISTA.
Mercoledì 17 MAGGIO 1995, ore 20.30. Stadio “GIUSEPPE MEAZZA” - SAN SIRO: “gli altri” - PARMA 1-1. Reti : 35’ Vialli, 54’ DINO BAGGIO.
FORMAZIONI; “gli altri”: Peruzzi; Ferrara, JARNI; Torricelli, Porrini, Paulo Sousa; Di Livio (81’ M. Carrera), Marocchi (74’ Del Piero), Vialli, R. Baggio, Ravanelli. Allenatore: Marcello Lippi.
PARMA: LUCA BUCCI; BENARRIVO (46’ ROBERTO MUSSI), A. DI CHIARA (80’ M. CASTELLINI), LORENZO MINOTTI, M. SUSIC, FERNANDO COUTO; STEFANO FIORE, DINO BAGGIO, MASSIMO CRIPPA, ZOLA, ASPRILLA. In panchina: Giovanni GALLI, BROLIN, M. BRANCA. ALLENATORE: Nevio SCALA. Arbitro : VAN DEN WIJNGAERT (Belgio).
DUE gol DECISIVI di “SUPER” DINO... E BALDISSERO È, ANCORA IN FESTA ...

Dino BAGGIO ha DEBUTTATO con la NAZIONALE MAGGIORE A Foggia: Sabato 21 dicembre 1991 - Stadio “Pino” ZACCHERIA. Campionato EUROPEO per Nazioni, Coppa Henry Delaunay - 3° Gruppo Eliminatorio, 3° Gara. ITALIA - CIPRO 2-0. Reti: 27’ Vialli, 55’ R. Baggio. Formazioni; ITALIA: Zenga; Dino BAGGIO, P. Maldini; Albertini, Costacurta, F. Baresi (cap.); Zola, N. Berti, Vialli (66’ Baiano), R. Baggio (66’ Casiraghi), Evani. C.T. Arrigo Sacchi.
CIPRO: Christofi; G. Costantinou, Pittas; C. Costantinou, Nicolau n(cap.), Vasos (63’ Andreou); Koliandris, Savva, Sotiriou, Ioannou, Charalambous. C.T. A. Mchailidis.
Arbitro: Ramos Marcos (Spagna).
In TOTALE CONTA 60 PARTITE E 7 GOL IN “AZZURRO”, CON PARTECIPAZIONI AI MONDIALI USA 1994 IN CUI SEGNA 2 GOL (CONTRO LA NORVEGIA - DECISIVO - IL PRIMO E CONTRO LA SPAGNA NEI QUARTI DI FINALE - ANCORA DECISIVO). MONDIALI 1998, ED EUROPEI 1996. HA PURE GIOCATO 18 PARTITE CON LA “UNDER 21” (UN TITOLO EUROPEO CONQUISTATO NEL 1992) E 5 CON LA “NAZIONALE OLIMPICA”.

LA SVOLTA NEGATIVA DELLA SUA CARRIERA. 9 GENNAIO 2000: STADIO TARDINI: PARMA - “gli altri”. Dino BAGGIO: << IO AVEVO DENUNCIATO IN MODO PLATEALE QUELLO CHE TUTTI SAPEVANO... CIOÈ CHE, GLI ARBITRI STAVANO DALLA PARTE “degli altri”.

NEGLI ULTIMI ANNI di carriera, tra il 2000 e il 2005, Dino BAGGIO ha giocato solo sprazzi di 66 incontri, contro le 276 partite, quasi tutte da titolare, dal 1990 al 1999. Lo stesso Dino BAGGIO, in un’intervista del 26 maggio 2006, fa risalire questa svolta negativa della sua carriera alla partita sopracitata, PARMA - “gli altri”, in particolare a un gesto insulso (POLLICE e INDICE SFREGATI... A MO’ DI CONTASOLDI ACCOMPAGNATI DA UNO SPUTO A TERRA) diretto dall’arbitro FARINA, per averlo, a suo avviso, ingiustamente espulso per un fallo su Gianluca Zambrotta. QUEL GESTO costa caro: viene SQUALIFICATO per 6 PARTITE e multato dal PARMA per 200 MILIONI di lire… Queste le formazioni scese in campo in quel pomeriggio di gennaio allo “Stadio TARDINI”. PARMA: Buffon; Thuram, S. TORRISI, Cannavaro, FUSER (35’ M. Serena), Dabo; Dino BAGGIO, Vanoli, M. Amoroso (78’ Ortega), Crespo, Di Vaio, WALEM. In panchina: Micillo, Benarrivo, Breda, M. Stanic. Allenatore: Alberto Malesani.
“gli altri”: Van der Sar; Ferrara, Montero; M. Iuliano, Zambrotta, Tacchinardi; Davids, Pessotto (88’ Birindelli), Zidane, F. Inzaghi, Del Piero. In panchina: Isaksson, Tudor, Mirkovic, Kovacevic, Esnaider. Allenatore: Carlo Ancelotti. Arbitro: Farina (Novi Ligure).
In seguito, non viene solo squalificato per la partita amichevole della NAZIONALE contro la SVEZIA del 23 febbraio 2000 per decisione di Luciano Nizzola, allora Presidente della FIGC ma, a 28 ANNI…, NON GIOCA MAI PIÙ UNA PARTITA CON LA MAGLIA AZZURRA! NON SOLO, non riesce più a trovare spazio in qualsiasi squadra fino a che, nel 2003, emigra al BLACKBURN ROVERS in INGHILTERRA. A gennaio è di nuovo in ITALIA, all’ANCONA. Passa poi nel 2004 alla LAZIO dove viene messo ai margini della squadra tanto che, insieme al compagno Paolo NEGRO, avvia una causa per “MOBBING” contro la società. Nel 2005 passa alla TRIESTINA, per ripartire con una nuova esperienza in SERIE B, ma dopo appena tre presenze decide, nell’ottobre dello stesso anno, di rescindere il contratto con gli “alabardati” e di appendere le scarpette al chiodo ! IN UN’INTERVISTA RILASCIATA NEL MAGGIO 2006 (IN CONCOMITANZA CON LO SCOPPIO DI “CALCIOPOLI”) ALLA “GAZZETTA DELLO SPORT”, Dino BAGGIO AFFERMA DI ESSERE STATO INGIUSTAMENTE PENALIZZATO: DOPO LA VICENDA DELL’ESPULSIONE PATITA IN PARMA - “gli altri”, IN CUI AVEVA COMMESSO IL GESTO SOPRADESCRITTO, IL GIOCATORE VIENE PRESTO CEDUTO ALLA LAZIO. QUI VEDE BEN POCO I CAMPI DA GIOCO, PERCHÉ A SUO DIRE GIOCAVANO SOLO QUELLI DELLA “GEA” DI PATRON Luciano MOGGI…. PRATICAMENTE IL PALAZZO LO AVEVA ZITTITO... NEL FEBBRAIO DEL 2008, DOPO DUE ANNI E MEZZO DAL SUO APPARENTE RITIRO, TORNA AL CALCIO GIOCATO. ALL’ETÀ DI 39 ANNI gioca IN TERZA CATEGORIA, NELLA SQUADRA del TOMBOLO, ALLENATA DAL SUO PRIMO ALLENATORE, CESARE CRIVELLARO.
IN SERIE A, DINO BAGGIO, HA DISPUTATO 333 PARTITE, REALIZZANDO 25 GOL.
IN EUROPA, 73 PARTITE CON 13 GOL.
IN NAZIONALE: 60 PRESENZE, 7 GOL.
In Maglia “GRANATA”: 28 presenze, 2 gol in CAMPIONATO. 6 presenze, 0 gol in COPPA ITALIA. VINCE la “MITROPA CUP (1991).

Ciao GRANDE e “ONESTO” Dino BAGGIO !



Rispondi