Il 27 maggio 1923 nasce uno degli "INVINCIBILI". Danilo MARTELLI.

Pagina della storia del Toro
Rispondi
Avatar utente
Bertolino
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/02/2017, 11:33

Il 27 maggio 1923 nasce uno degli "INVINCIBILI". Danilo MARTELLI.

Messaggio da Bertolino »

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Danilo MARTELLI: Centrocampista, nasce a Castellucchio (MN) il 27 maggio 1923. Deceduto a SUPERGA (TO) il 4 maggio 1949

Inizia la carriera calcistica nel MARZOTTO MANERBIO in SERIE C, nella stagione 1940-41; passò poi al BRESCIA dove giocò due stagioni di SERIE B dimostrando anche una certa propensione al gol. Nel 1943 le rondinelle conquistarono la promozione in MASSIMA SERIE. Secondo posto alle spalle del MODENA, 45 punti per i “canarini”, 43 per le “rondinelle”, frutto di 18 vittorie, 7 pareggi e 7 sconfitte. 53 i gol realizzati, 30 quelli subiti. Tra i suoi compagni di squadra due “grandi” del TORO, Aldo OLIVIERI, ex portiere della Nazionale Campione del MONDO in Francia nel 1938, 4 stagioni, 81 presenze con la Maglia “GRANATA” e. Aldo CADARIO, mediano di Portacomaro (AL), 100 presenze con la “nostra” Maglia. Altri due elementi di gran spessore, Bruno ARCARI IV: GENOVA, BOLOGNA e MILAN (1 presenza in NAZIONALE) e, Mario PERAZZOLO, mediano ex FIORENTINA e GENOVA 8 presenze in NAZIONALE.
Nel 1944 il BRESCIA allenato da József Bánás gioca nel Girone Lombardo Alta ITALIA piazzandosi al 2° posto. Come compagno di Danilo MARTELLI esordisce in Prima Squadra un bresciano D.O.C. quel Mario RIGAMONTI che la stagione seguente sarà colonna portante della difesa del “Grande” TORINO. Finalmente nel primo Campionato del dopoguerra, il BRESCIA puo giocare i SERIE A e MARTELLI si scontra per la prima volta con quelli che saranno compagni di tante vittorie il 18 novembre 1945 a Torino Stadio “FILADELFIA”. 5° Giornata del Campionato Alta ITALIA. “Grande” TORINO - BRESCIA 2-2. Reti: 2' e 12' Rebuzzi II (B), 24' Loik (T), 30' P. Ferraris II (T). Formazioni: “Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin , Maroso; Santagiuliana, M. Rigamonti, Grezar; Ossola, Loik, Gabetto, V. Mazzola, P. Ferraris II. Allenatore: Luigi Ferrero.
BRESCIA: Merlo; Messora, Albini: Perazzolo, *GALLEA, Mariani; Prevosti, Defilippis, Rebuzzi II, MARTELLI, Salvi. Allenatore: Mario Perazzolo (giocatore/allenatore). Arbitro: Camiolo (Milano).
*Cesare GALLEA: centrocampista nato a Torino il 23 settembre 1917. Cresciuto nel settore giovanile rimane al TORO per ben 10 stagioni. Campionato: 200 presenze, 3 gol. Coppa ITALIA:25 presenze, 25 presenze, 1 gol. Palmares in Maglia “GRANATA”: 1 scudetto 1942/1943. 2 Coppe ITALIA 1936 e 1943. 1 Presenza in NAZIONALE. Nel 1944 viene ceduto al BRESCIA.
NELLA GARA di ritorno giocata a Brescia il 17 febbraio 1946, i “CAMPIONISSIMI” ormai inarrestabili si impongono per 3-1 con gol di: 16' Castigliano (T), 37' Gabetto (T), 40' V. Mazzola (T), 85' Defilippis (B). Formazioni; BRESCIA: Gennari; Messora, Albini; Perazzolo, Gallea, Mariani; Rebuzzi II, Defilippis, D. MARTELLI, Andreis, Ferrari. Allenatore/giocatore: Mario Perazzolo.
“Grande” TORINO; Bacigalupo; A. Ballarin, Maroso; Grezar, M. Rigamonti, Castigliano; Ossola, Loik, Gabetto, V. Mazzola, P. Ferraris II. Allenatore: Luigi Ferrero. Arbitro: Scorzoni (Bologna).
In quel Campionato, DANILO si mise in luce realizzando anche 5 gol. Ricordo la doppietta (decisiva) nella gara interna giocata allo Stadio di “VIALE VENEZIA” il 10 febbraio 1946, 17° Giornata BRESCIA - ANDREA DORIA 2-0. Rei: MARTELLI al 42’ e 72’. E soprattutto il gol decisivo realizzato contro “gli altri” sempre allo Stadio di “VIALE VENEZIA” il 24 marzo 1946, 23° Giornata. BRESCIA - “gli altri” 2-1. Reti: 12’ Spadavecchia (-), 19’ aut. G. Varglien II (B), 50’ Danilo MARTELLI (B). Formazioni; BRESCIA: Merlo; Messora, Albini; Perazzolo, GALLEA, Mariani; Rebuzzi II, De Filippis,Danilo MARTELLI, Quario, Salvi. Allenatore/giocatore: Mario Perazzolo. “gli altri”: Sentimenti IV; G. Varglien II, Rava; T. DEPETRINI, Parola, Tortarolo; Sentimenti V, F. Borel II, Magni, Coscia, Spadavecchia. Allenatore/giocatore. Felce Borel II. Arbitro: Giovanni Galeati. SPETTATORI: 8.000 circa.
*Teobaldo DEPETRINI: centrocampista nato a Vercelli il 12 marzo 1913. Arriva al TORO dopo la sciagura di Superga ormai trentasettenne. 30 presenze, 0 gol. Muore a Torino l’8 gennaio 1996. Il BRESCIA termina i Girone al 4° posto pari merito con il MILAN e mancò la qualificazione al Girone Finale per aver perso gli spareggi contro i “rossoneri” 1-1 e 2-1. Nell’estate 1946 Danilo MARTELLI lascia il BRESCIA dopo aver disputato 99 partite ed aver realizzato 26 gol.)

Nel 1946 il Presidentissimo Ferruccio NOVO lo porta al “Grande” TORINO. Visto che DANILO può giocare in diversi ruoli, da terzino, mediano, mezz’ala difensiva e avanzata. ESORDIO con la Maglia “GRANATA” in Campionato. Torino: Stadio “FILADELFIA” 20 ottobre 1946. 5° Giornata del Campionato 1946/1947.
“Grande” TORINO - “gli altri” 0-0
Formazioni; “Grande” TORINO: Bacicalupo; A. Ballarin, Maroso; Castigliano, M. Rigamonti, Grezar; Ossola, D. MARTELLI, Gabetto, V. Mazzola, P. Ferraris II. Allenatore: Luigi Ferrero.
“gli altri”: Sentimenti IV; Magni, Varglien II; *T. DEPETRINI, Parola, Locatelli; SENTIMENTI III, Vycpalek, Astorri, Piola, Candiani. Allenatore: Renato Cesarini. Arbitro: Bellé (Venezia).

Danilo MARTELLI realizza il suo Primo Gol con la Maglia del TORO in Campionato a
Torino: Stadio “FILADELFIA”. 8 giugno 1947. 34° Giornata del Campionato 1946/1947. “Grande” TORINO - GENOA 6-0. Reti: 20' Loik, 21', 28' e 56' Mazzola, 46' Danilo MARTELLI, 60' Castigliano.
Formazioni; “Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, F. Rosetta, Danilo MARTELLI, M. Rigamonti, Castigliano; Ossola, Loik, Gabetto, V. Mazzola, P. Ferraris II. Allenatore: Luigi Ferrero.
GENOA: G. Castellini; Sardelli, Becattini; Cappellini, Ortega, Bergamo; Chizzo, Cattani, Bonistalli, Verdeal, Macrì. Allenatore: William Garbutt. Arbitro: Ferruccio Bellé (Venezia). SPETTATORI: 20.000 circa. Per MARTELLI, 17 presenze, 1 gol.

1947/1948, il Campionato dei Record, è per DANILO il migliore disputato con il “GRANDE” TORINO. Gioca solo 15 partite ma, realizza ben 9 gol.
IL PRIMO Gol lo realizza il giorno di Capodanno 1948 allo Stadio “FILADELFIA” , 15° Giornata del Campionato 1947/1948. “Grande” TORINO - FIORENTINA 5-0.
Reti: 5' V. Mazzola, 32' Loik, 37'Gabetto, 68' Loik, 67' D. MARTELLI.
Formazioni; “Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, Maroso; Grezar, M. Rigamonti, D. MARTELLI; Menti, Loik, Gabetto, V. Mazzola, P. Ferraris II. Allenatore: Mario Sperone.
FIORENTINA: *G. MORO; Eliani, Furiassi; Acconcia, Augusto Magli, Zoppellari; Alberto Marchetti, Ferruccio Valcareggi, Galassi, Badiali, Suppi. Allenatore: Luigi FERRERO. Arbitro: Giuseppe Boffardi (Genova). SPETTATORI: 18.000 circa.
*Giuseppe MORO: portiere nato a Carbonera (TV) il 16 gennaio 1921. Arriva al TORO nel 1948/1949. 32 presenze in Campionato, 66 gol subiti. A fine stagione passa alla LUCCHESE. 9 presenze in NAZIONALE,10 gol subiti. Muore a Porto Sant'Elpidio il 28 gennaio 1974.
SECONDO e TERZO gol (Prima doppietta di MARTELI nel “Grande” TORINO).
Livorno: Stadio COMUNALE. 11 gennaio 1948. 17° Giornata.
LIVORNO - TORINO 1-3. Reti: 9' Gabetto (T), 27' rig. Brondi (L), 46' e 89' Danilo MARTELLI (T).
Formazioni; LIVORNO: Merlo; Soldani, Lovagnini; Spagnoli, Brondi, Stua; Gimona, *Leo PICCHI, TIEGHI, Dante, De Vito. Allenatore: Mario Magnozzi.
“Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, Tomà; Grezar, M. Rigamonti,D. MARTELLI, Menti, Castigliano, Gabetto, V. Mazzola, P. Ferraris II. Arbitro: Gemini (Roma). SPETTATORI: 20.000 circa. A fine partita il pubblico livornese ha applaudito a lungo il “Grande” TORINO.
*Leo PICCHI: centrocampista nato a Livorno il 20 agosto 1921. Approda al TORO nel 1949. E rimane 3 stagioni. 57 presenze in Campionato, 3 gol. Muore a Livorno il 12 luglio 2005.
QUARTO Gol di MARTELLI: Torino. Stadio “FILADELFIA”. 22 febbraio 1948. 23° Giornata. “Grande” TORINO - BARI 5-1. Reti:36’ Fabian (T), 44’ e 63’ Gabetto (T), 70’ V. Mazzola, 79’ Danilo MARTELLI (T), 83’ Vincenzo Orlando (B).
Formazioni; “Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, Tomà; Grezar, M. Rigamonti, Castigliano; Menti, Danilo MARTELLI, Gabetto, V. Mazzola, Fabian. Allenatore: Mario Sperone. BARI: Pipan; Pietrasanta, Pellicari; Carlini, Lucchi, Isetto; Orlando, T. Maestrelli, *TONTODONATI, Hroptjo, Spadavecchia. Allenatore: András Kuttik. Arbitro: Guarda (Padova).
QUINTO gol: Torino. Stadio “FILADELFIA”. 7 marzo 1948. 25° Giornata. TORINO - ROMA 4-1. Reti: 10' Di Paola (R), 20' Loik (T), 63' MARTELLI (T), 70'Ossola (T), 86' Menti. (T)
Formazioni; “Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, Tomà; Grezar, M. Rigamonti, MARTELLI; Menti, Loik, Gabetto, Castigliano, Ossola. Allenatore: Mario Sperone.
ROMA: Risorti; Brunella, Contin; Valle, Fusco, Dell'Innocenti; Ferrari, Di Paola, Amadei, Szengeller, Pesaola. Allenatore: Imre SENKEY. Arbitro: Poggipolini (Ferrara).
SPETTATORI: 18.000 circa. ESPULSO: all'83' Aldo Ballarin.
*Mario TONTODONATI: attaccante nato a Scafa (PE) il 29 agosto 1922. Al TORO dalla LUCCHESE per il Campionato 1952/1953. 9 presenze senza gol. L’anno seguente passa al PESCARA, Muore a Fontecchio (AQ) il 24 giugno 2009.
SESTO Gol di Danilo MARTELLI. Torino: Stadio “FILADELFIA” 25 aprile 1948. 31° Giornata. TORINO - SAMPDORIA 3-2. Reti: 4' Ossola (T), 14' Gabetto (T), 28' Rebuzzi (S), 68' Danilo MARTELLI (T), 89' Barsanti (S).
Formazioni; “Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, Tomà; D. MARTELLI, M. Rigamonti, Castigliano; Menti, Loik, Gabetto, V. Mazzola, Ossola. Allenatore: Mario Sperone.
SAMPDORIA: Lusetti; Vicich, Zorzi, Ballico; Bertani, Gramaglia, Parodi; Barsanti, G. Baldini, A. Bassetto, Rebuzzi II. Allenatore: Adolfo BALONCIERI.
Arbitro: Guido Agnolin (Bassano del Grappa).
SETTIMO Gol: Torino. Stadio “FILADELFIA” 6 giugno 1948. 38° Giornata.
TORINO - LIVORNO 5-2. Reti: 15' e 69' V. Mazzola (T), 42' Tieghi (L), 47' aut. Stua (T), 55' Piana (L), 56' Gabetto (T), 75' Martelli (T).
Formazioni; “Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, Tomà; MARTELLI, M. Rigamonti, Castigliano; Menti, Gabetto, Loik, V. Mazzola, Ossola. Allenatore: Mario Sperone.
LIVORNO: Nascenzi; Puccini, Lovagnini, Gimona, Brondi, Stua, Piana, Taccola, *TIEGHI, Bimbi, De Vito. Allenatore: Mario Magnozzi. Arbitro: Scotto (Savona). SPETTATORI: 8.500 circa.
*Guido TIEGHI: attaccante nato a Milano il 1° maggio 1925. Al TORO (proveniente dalla PRO VERCELLI) nel 1946. 3 presenze in Campionato, 2 gol. Nel 1947 viene ceduto al LIVORNO. Muore a Vercelli il 14 ottobre 1973.
OTTAVO e NONO Gol.(Ultima doppietta e anche Ultimi gol) di MARTELLI nella partita dell’apoteosi dei “Campionissimi”. Torino: Stadio “FILADELFIA”. 27 giugno 1948. 38° e Ultima Giornata del Campionato 1947/1948. TORINO - MODENA 5-2. Reti: 18' Loik (T), 22' MARTELLI, 38' Pernico (M), 57' MARTELLI (T), 66' Castigliano (T), 77' Menti (T), 80' Bertoni (M).
Formazioni; “Grande” TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, Tomà; Loik, M. Rigamonti, Grezar; Menti, Castigliano, Gabetto, MARTELLI, Ossola. Allenatore: Mario Sperone.
MODENA: Corazza; Silvestri, Braglia; Malinverni, M. Neri, Menegotti; Romani, Bertoni I, Pernigo, Cassani, G.B. Fabbri. Allenatore: Alfredo Mazzoni. Arbitro: Orlandini (Roma). SPETTATORI: 7.500 circa.
I "CAMPIONISSIMI" vincono il Campionato con 16 punti di vantaggio sul MILAN, TRIESTINA e “gli altri”. 65 punti. 29 vittorie, 7 pareggi, 4 sconfitte. 125 gol realizzati, 33 quelli subiti. STOP... Al termine di quel Campionato (nel mese di luglio), la Squadra più “Forte del MONDO” viene invitata a una tournè in Brasile. QUATTRO gare con Danilo MARTELLI sempre Titolare. PALMEIRAS - “Grande” TORINO 1-1 Reti: 29' Gabetto (T), 43'Lula (P). CORINTHIANS - “Grande” TORINO 2-1. Reti: Reti: 43' Baltazar (C), 71' Colombo (C), 81' Gabetto (T). PORTUGUESA - “Grande” TORINO 1-4. Reti: 16' V. Mazzola (T), 42' Pinguinha (P), 59' e 81' Gabetto (T), 61' Castigliano (T). SAO PAULO - “Grande” TORINO 2-2. Reti: 11' Gabetto (T), 15' Ponce de Leon (S), 33' Menti (T), 57' Lelé (S).

1948/1949. Purtroppo l’ultimo per i Grandi Campioni del TORO. Danilo MARTELLI scende in campo 28 volte. L’ULTIMA sua Presenza proprio nella gara che praticamente incorona il TORO per la quinta volta consecutiva (senza aiuti arbitrali e sotterfugi vari...) CAMPIONI d’ITALIA. Milano: San SIRO. 30 aprile 1949. 34° Giornata del Campionato 1948/1949. INTER - TORINO 0-0.
Formazioni; INTER: Franzosi; Guaita, Pian; O. Fattori, A. Giovannini, Achilli; G. ARMANO, Lorenzi, Amadei, Campatelli, Nyers I. Allenatore:
TORINO: Bacigalupo; A. Ballarin, D. MARTELLI; Castigliano, M. Rigamonti, Fadini; Menti, Loik, Gabetto, Schubert, Ossola. Allenatore: Leslie Lievesley. Arbitro: Gemini (Roma). SPETTATORI: 37.000 circa. Quattro giorni dopo: SUPERGA.
Danilo MARTELLI è stato sepolto presso il cimitero del suo paese natale, CASTELLUCCHIO.
Dopo la Tragedia, la città di MANTOVA gli ha intitolato il suo STADIO.



Rispondi