Marcello Grassi un amico, un grande portiere anni 70/80.

Pagina della storia del Toro
Rispondi
Avatar utente
Bertolino
Messaggi: 139
Iscritto il: 11/02/2017, 11:33

Marcello Grassi un amico, un grande portiere anni 70/80.

Messaggio da Bertolino »

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Marcello GRASSI (portiere) nasce a Carrara il 1° luglio 1948.

Nel 1967 fa i suo Esordio nei Semiprofessionisti della LUCCHESE scendendo in campo 20 volte. Tra i suoi compagni di squadra, ricordiamo Luigi MARTINI poi difensore della Lazio Campione d’Italia nel 1973/1974 e con 2 presenze in Nazionale A. Se ne era andato poco prima dalla LUCCHESE (destinazione REGGINA), il mio carissimo Amico Giovanni TOSCHI.

Nel 1969 GRASSI, viene acquistato dall’ATALANTA dove Esordisce in SERIE A ed è titolare nella formazione che vince il Torneo Internazionale di VIAREGGIO, superando in finale il NAPOLI pe 2-0 (doppietta di Adriano Novellini). La squadra allenata da Stefano Angeleri poi da Silvano Moro e infine dal grande ex portiere della Nazionale Italiana, Carlo Ceresoli che sulla carta sembra un formazione discreta, termina ultima: 19 punti. Appena 4 vittorie, 11 pareggi e ben 15 sconfitte. 25 gol realizzati, 45 quelli subiti. Cannoniere della Squadra, Sergio Clerici con 9 gol. MARCELLO rimane 2 stagioni e scende in campo 9 volte, chiuso prima dall’anziano ma sempre valido Zaccaria Cometti, poi, da Giorgio De Rossi. Altri suoi compagni in quella fallimentare avventura: Dell'Angelo, Pelagalli, Incerti, Tiberi, Nastasio, A. Gori, Dotti, Clerici, Nodari. Milan, Bertuolo.

Io vidi giocare per la prima volta il giovane Marcello GRASSI il 13 aprile 1969 allo Stadio COMUNALE di Torino, 25° Giornata del Campionato 1968/1969
TORINO - ATALANTA 3-1. Reti: 8' Poletti (T), 69' Rampanti (T), 71' Tiberi (A), 88' Combin (T).
Formazioni; TORINO: L. Vieri; Poletti, Fossati; Puia, Cereser, Agroppi; Carelli, Rampanti (70' Crivelli), Combin, Moschino, Pulici. In panchina: Sattolo. Allenatore: Edmondo Fabbri.
ATALANTA: Marcello GRASSI; Bertuolo, Dotti; Pelagalli, P. Signorelli, Castoldi; Nastasio, Luigi Milan, Clerici, Tiberi, A. Novellini (46' Incerti). In panchina: De Rossi. Allenatore: Silvano Moro. Arbitro: Genel (Trieste). SPETTATORI: 18.000 circa.

Nel 1970/1971, MARCELLO viene dato in prestito allo SPEZIA in SERIE C allenato da Feliciano Orazi. GRASSI gioca tutte le partite di quel Campionato. Tra i suoi compagni voglio ricordare un ex “GRANATA”, Angelo SPANIO: centrocampista nato a Venezia il 4 ottobre 1939, in quella Torneo capocannoniere della squadra con 13 gol. Deceduto a soli 60 anni a Parma il 1° ottobre 1999. SPANIO giocò 2 partite nel TORO, Campionato 1962/1963 e, un futuro giocatore del TORO, Vito CALLIONI: difensore, nato a Dalmine (BG) l’11 marzo 1948. Arriva al TORO dal COMO nell’estate 1974. Campionato: 16 presenze. Coppa ITALIA: 5 presenze. Coppa UEFA: 1 presenza, nessun gol. A fine stagione passa al Lanerossi VICENZA.

Nella stagione 1971/1972 MARCELLO viene dato in prestito alla CREMONESE sempre in SERIE C. La squadra “grigiorossa” allenata da Battista “Titta” Rota si classifica al 5° posto con 44 punti nel Campionato vinto dal LECCO allenato da Angelo Longoni con 51. La riserva di MARCELLO è Gianni Uccelli. Tra i suoi compagni ricordo un grandissimo difensore degli anni 60, quell’Aristide GUARNERI nato a Cremona il 7 marzo 1938 che con l’INTER di MORATTI & HERRERA vinse tutto il possibile per una squadra di CLUB. Altro giocatore che avevo conosciuto nell’estate 1973 ad Aosta, in ritiro precampionato del TORO è Marco TORRESANI che in GRANATA giocò solo amichevoli per trovare poi miglior fortuna nel PARMA (172 presenze 9 gol) e BRESCIA (105 presenze, 6 gol). Anche Gianfranco DELLE DONNE classe 1950. Una presenza nel TORO in Coppa ITALIA nella gara MILAN - TORINO 1-1 gol di Puia al 24' (T), Benetti 68' rig (M). GIANFRANCO entra in campo al 69’ in sostituzione di Arnaldo CREMA.

Nel 1972/1973, GRASSI viene riportato a Bergamo. L’ATALANTA allenata da Giulio Corsini, si classifica all’11° posto con 24 punti, pari merito con ROMA, SAMPDORIA e Lanerossi VICENZA. Gli orobici avevano giocato un ottimo Girone di Andata poi quando la squadra sembrava al sicuro vincendo a Palermo 2-1 alla quartultima giornata a, 3 giornate dal termine arrivano prima la sconfitta casalinga 2-0 contro “gli altri” poi, tracollo a Firenze, 4-0 contro i “Viola”, le cose si complicano. All’ ultima giornata è di scena a Bergamo, ATALANTA - Lanerossi VICENZA. I “berici” hanno 2 punti in meno quindi all’ATALANTA basta un pareggio. Ma, succede l’impensabile. un’INCREDIBILE autorete del difensore Giacomo VIANELLO porta i veneti a pari punti e l’ATALANTA viene condannata alla SERIE B per la peggior differenza reti.
Anche in quella stagione vidi MARCELLO giocare a Torino; Stadio COMUNALE, 16 aprile 1973, 21° Giornata del Campionato 1971/1972
TORINO - ATALANTA 2-1. Reti: 9' CARELLI (A), 37' Pulici (T), 41' Rampanti (T).
Formazioni; TORINO: Sattolo; M. Lombardo, Fossati; Zecchini, Cereser, Agroppi; Rampanti, Ferrini, Bui (46' Toschi),C. Sala, Pulici. In panchina: Garella. Allenatore: Gustavo Giagnoni.
ATALANTA: GRASSI; Maggioni, Divina; Savoia, Percassi, Scirea; CARELLI, O. Bianchi, G. Musiello, Pirola, S. Pellizzaro. In panchina: Pianta e Ghio. Allenatore: Giulio Corsini. Arbitro: Trinchieri (Reggio Emilia). SPETTATORI: 25.000 circa.
*Alberto CARELLI: ala destra nato a Locate Triulzi (MI) il 26 luglio 1944. Arriva al TORO dal FANFULLA. Campionato: 80 presenze, 9 gol. Coppa ITALIA: 22 presenze, 2 gol. Coppe EUROPEE: 5 presenze, 2 gol. Nel 1970 viene ceduto al VARESE, poi MANTOVA e dal 1972 al 1974 all’ATALANTA, 39 presenze, 5 gol. Nella mia memoria, resta indelebile la gara con “gli altri” 7 giorni dopo la tragica morte di “Gigi” MERONI quando Alberto con la maglia N° 7 del grande “Calimero” realizza l’ultimo del 4 gol rifilati alla squadra della “periferia” di Torino.

Nell’estate 1973, Marcello GRASSI viene ceduto all’ASCOLI (SERIE B), guidato da Carletto Mazzone. La squadra con un cammino regolare vince il Campionato in coabitazione con il VARESE, totalizzando 51 punti, frutto di 16 vittorie,19 pareggi e appena 3 sconfitte. 41 i gol realizzati, 22 quelli subiti. Cannoniere della squadra il sempreverde (35 anni) Renato CAMPANINI con 14 marcature. Questo campione arrivò all’ASCOLI a 30 anni, nel 1969 e in sei stagioni totalizzò 184 presenze, timbrando il cartellino del gol 74 volte.

1974/1975: quell’anno vidi giocare due volte MARCELLO. La prima coincise con la PRIMA delle mie DUE trasferte ad Ascoli Piceno. Era il 13 ottobre 1974. Stadio "Cino e Lillo DEL DUCA". 2° Giornata del Campionato 1973/1974 (Era la Prima gara casalinga per gli ascolani in SERIE A).
ASCOLI - TORINO 1-1. Reti: 23' Campanini (A), 75' Graziani (T).
Formazioni; ASCOLI: GRASSI; Perico, Legnaro; Colautti, Castoldi, Minigutti; Morello, Viviani, Zandoli, Salvori, Campanini (73' Scorsa). In panchina: Masoni e Silva. Allenatore: Carlo Mazzone.
TORINO: Castellini; M. Lombardo, Santin; Salvadori, Cereser, Agroppi (69' V. Callioni); Graziani, Ferrini, C. Sala, Mascetti, Pulici. In panchina: Pigino, e Roccotelli. Allenatore: Edmondo Fabbri. Arbitro: Serafino (Roma). Spettatori: 15.000 circa. Record d'incasso sfiorato nella storia dell'ASCOLI. Il TORO tremò di fronte a questa squadra neopromossa.
NELLA PARTITA di ritorno (9 febbraio 1975, 17° Giornata), giocata allo Stadio COMUNALE di Torino, Marcello GRASSI fu il migliore in campo per i suoi e con le sue grandi parate riuscì a limitare i danni contro un TORO ormai pronto per la corsa scudetto dell’anno successivo. TORINO - ASCOLI 1-0. Reti: 50' Graziani.
TORINO: Castellini; Santin, V. Callioni; Mozzini, Cereser, Mascetti; Graziani, Ferrini (46' Salvadori), C. Sala, Zaccarelli, F. Rossi. In panchina: Pigino e Roccotelli. Allenatore: Edmondo Fabbri. ASCOLI: M. GRASSI; Perico, G. Bertini; Scorsa, Castoldi, M. Morello; Minigutti, Vivani (46' Vezzosi), Silva, Gola, Zandoli. In panchina: Masoni e Macciò. Allenatore: Carlo Mazzone.
Arbitro: Schena (Foggia). SPETTATORI: 26.000 circa. AMMONITI: Scorsa, Viviani e Gola (A). SALVEZZA tranquilla per i marchigiani che, terminano al 12° posto con 3 punti di vantaggio sulla terzultima, il Lanerossi VICENZA. 24 punti frutto di 6 vittorie, 12 pareggi e 12 sconfitte. 14 gol realizzati, 27 subiti. Cannoniere della Squadra, Massimo SILVA con 5 gol. MARCELLO sempre presente. Molto tribolato con relativa retrocessione il Campionato 1975/1976. Alla guida dell’ASCOLI arriva Enzo Riccomini dalla TERNANA. Per il secondo anno io torno ad ASCOLI (è anche l’ultima…). 19 ottobre 1975. Stadio DEL DUCA. 3° Giornata del Campionato 1975/1976. ASCOLI - TORINO 1-1. Reti: 32' Pulici (T), 40' Gola (A).
Formazioni; ASCOLI: GRASSI; Logozzo, Perico; Scorsa, Castoldi (64' Legnaro), M. Morelli; Salvori, Ghetti, Silva, Gola, Zandoli. In panchina: Recchi e Minigutti. Allenatore: Enzo Riccomini.
TORINO: Castellini; F. Gorin II, Salvadori; P. Sala, Mozzini, Caporale; C. Sala, Pecci, Graziani, Zaccarelli, Pulici. In panchina: Cazzaniga, Garritano e Pallavicini. Allenatore: Luigi Radice. Arbitro: Menicucci (Firenze); SPETTATORI: 20.000 circa. AMMONITO: Pulici (T).

1975/1976: Sempre ad ASCOLI, Marcello scende in campo in tutte la gare di Campionato. L'ASCOLI delude e dopo sole due stagioni retrocede i SERIE B. La squadra giunta pari punti (23) come la LAZIO, viene condannata dalla peggior differenza reti. 4 vittorie,15 pareggi, 11sconfitte.19 gol realizzati, 34 quelli subiti. Miglior marcature: Steno GOLA con 6 gol.

1976/1977: è l’Ultimo Campionato giocato da MARCELLO con la maglia dell’ASCOLI.
Non è una stagione esaltante per i “bianconeri” marchigiani, partite con ben altre aspettative. Si comincia con Enzo Riccomini in panchina, poi sostituito alla 14° giornata da Giovanni MIALICH (ex centromediano del TORO nel 1962/1963) a sua volte esonerato alla 21° e ritorno, fino al termine ancora da Riccomini. La squadra termina al 9° posto in coabitazione con il TARANTO. 37 i punti, frutto di 12 vittorie, 13 pareggi e 13 sconfitte. 41 gol realizzati, 43 quelli subite.
Il Mio appuntamento con MARCELLO il 22 febbraio 1976. Torino: Stadio COMUNALE. 22 febbraio 1976. 18° Giornata del Campionato 1975/1976.
TORINO - ASCOLI 3-1. Reti: 4' Silva (A), 28' rig. Pulici (T), 35' C. Sala (T), 88' Graziani (T)
Formazioni; TORINO: Cazzaniga; Santin (all'11' Gorin), Salvadori, P.Sala, Mozzini, Caporale, C.Sala, Pecci, Graziani, Pallavicini, Pulici. A disposizione: Pelosin, Garritano. All.: Radice.
ASCOLI: Marcello GRASSI; Logozzo, Perico; Scorsa, Castoldi, Minigutti; Salvori, Vivani, M. Silva, Gola (46' F. Landini II), Ghetti. In panchina: Recchi e Legnaro. Allenatore: Enzo Riccomini. Arbitro: Gialluisi (Barletta). SPETTATORI: 30.000 circa. ESPULSI: 28' Scorsa per proteste (aveva ragione, perché il rigore poi trasformato da “PUPI” era molto, molto dubbio) e Pecci al 38’. AMMONITI: Gola e Salvori e Silva (A).

Dopo 4 stagioni e 124 presenze, Marcello GRASSI passa al PERUGIA, sulla carta a fare da secondo a Nello MALIZIA ma un’ infortunio a quest’ultimo apre le porte da titolare al nostro "Campione" che però dopo qualche presenza si infortuna anche lui e in porta torna Malizia. L’allenatore è Ilario Catagner. Suoi compagni, gente di ottime qualità come Frosio, Bagni, il povero Renato Curi, Amenta, Michele Nappi. Walter Speggiorin e due ex “GRANATA”. Lo stopper Luciano ZECCHINI: nato a Forlimpopoli (FC) il 10 marzo 1949. Arrivato al TORO (dal BRESCIA) per la stagione 1970/1971. CAMPIONATO: 93 presenze. Coppa ITALIA: 12 presenze. Coppe EUROPEE: 9 presenze senza mai realizzare gol. Nel 1974 viene ceduto al MILAN dove conquista anche la Nazionale A (3 presenze). Altro ex “GRANATA”: Walter Alfredo NOVELLINO, attaccante nato a Montemarano (AV) il 4 giugno 1953. Cresciuto nel vivaio del TORO gioca una sola gara di Campionato e una di Coppa ITALIA nel 1972/1973. A fine stagione passa alla CREMONESE. Nel 1978 quando militava nel MILAN giocò una gara con la NAZIONALE A.
L’ASCOLI termina il Campionato al 6° posto pari merito con il NAPOLI che per differenza reti (+3) giocherà la Coppa U.E.F.A. 1977/1978. 37 i punti del PERUGIA, frutto di 12 vittorie, 13 pareggi e 13 sconfitte. 41 i gol realizzati, 43 quelli subiti. Da ricordare in quella stagione la bella bastonata inflitta a “Noi” GRANATA da MARCELLO e compagni il 27 novembre 1977, 9° Giornata del Campionato 1977/1978 allo Stadio Comunale di Pian di MASSIANO.
PERUGIA - TORINO 2-0. Reti: 3' Speggiorin, 78' Matteoni.
Formazioni; PERUGIA: GRASSI; Matteoni, Ceccarini; Frosio, ZECCHINI, Michele Nappi; Bagni, Biondi, W. NOVELLINO, Vannini, Speggiorin (78' Scarpa). In panchina: Malizia e Goretti. Allenatore: Ilario Castagner. TORINO: Castellini; L. Danova, Salvadori; P. Sala, Mozzini, Caporale; C. Sala, Pecci, Graziani, Zaccarelli, Pulici (71' Garritano). In panchina: Terraneo e C. Butti. Allenatore: Luigi Radice. Arbitro: Michelotti (Parma). SPETTATORI: 22.000 circa. ESPULSO: al 60' Pecci (T). Calci d'Angolo 9-2 per il TORO.
Nella Gara di Ritorno (con il TORO ancora in corsa per lo scudetto) il PERUGIA di Marcello GRASSI spense definitivamente i nostri sogni di gloria. Era il 26 marzo 1978. Torino: Stadio COMUNALE. 24° Giornata del Campionato 1977/1978.
TORINO - PERUGIA 1-1. Reti: 7' Graziani (T), 86' Goretti (P)
Formazioni; TORINO: Terraneo; L. Danova, F. Gorin II; P. Sala, Mozzini, Caporale; C. Sala, C. Butti, Graziani, Zaccarelli, Pulici. In panchina: Castellini, Santin e Pileggi. Allenatore: Luigi Radice.
PERUGIA: M. GRASSI; M. Nappi, Ceccarini; Frosio, ZECCHINI, Dal Fiume; Amenta (67' Goretti), Biondi, W. NOVELLINO, Vannini, Scarpa. In panchina: Malizia e Fei. Allenatore: Ilario Castagner. Arbitro: Ciulli (Roma). SPETTATORI: 34.000 circa. AMMONITI: Biondi (P) e F. Gorin II (T). Calci d'Angolo 10-2 per il TORO. Ero nei Distinti CENTRALI e la mia delusione fu immensa. Il TORO era a 4 punti “dagli altri”, 35 a 31. Una nostra vittoria concomitante con un pareggio della squadra della "periferia torinese" voleva dire portarsi a 3 punti e poi giocarsi tutto nel derby della domenica seguente. Il TORO attaccava a testa bassa ma non riusciva a mettere il risultato al sicuro anche per le ottime parate di MARCELLO. “gli altri” stavano vincendo 2-1 a Genova contro i “Rossoblù”, quando all’82’ Oscar Damiani pareggia. 2-2. Un boato allo Stadio COMUNALE ma, la nostra euforia dura 4’. All’86’ Mario GORETTI (entrato in campo da 19’) realizza il gol del pareggio perugino. Depressione pura e la domenica seguente uno scialbo 0-0 nel derby e adios... I “GRANATA” termineranno secondi, pari merito con il Lanerossi VICENZA di Paolo Rossi e Franco Cerilli.
Le presenze di MARCELLO furono 24, 8 quelle di Nello MALIZIA.

1978/1979: Il PERUGIA guidato per il 5° anno consecutivo da Ilario CASTAGNER è la vera rivelazione del Campionato. Vengono ceduti Amenta alla FIORENTINA e Novellino al MILAN. Arrivano dai “VIOLA” il difensore Mauro Della Martira e il centravanti Gianfranco Casarsa. Dal TORO il motorino del centrocampo Cesare BUTTI, il giovane Giorgio Redeghieri dal PARMA e Marco Cacciatori dalla CARRARESE in SERIE C2.
Ebbene quel “PERUGIA dei MIRACOLI” seppe tenere testa al MILAN della Stella, stabilendo un record mai riuscito a nessuno nella Massima Categoria a Girone UNICO. 30 partite senza sconfitte. Questo primato resistette per oltre 12 anni e fu poi eguagliato dal MILAN di Capello nel 1991/1992 e “dagli altri” nel 2011/2012. SECONDO Posto Finale con 41 punti frutto di 11 vittorie e 19 pareggi. 34 i gol realizzati, 16 quelli subiti. Cannoniere della squadra: Walter SPEGGIORIN con 9 gol. Al contrario della Stagione precedente MARCELLO partì titolare, giocò le prime due partite di Campionato. Vinta la prima per 2-0 contro il Lanerossi VCENZA, pareggiata la seconda a Milano 1-1 contro l’INTER ma nella 3° si infortuna negli ultimi minuti di gioco e viene sostituito da Malizia che non gli lascerà più spazio. Quindi Marcello GRASSI difenderà per l’Ultima volta i pali del “Grifone” Umbro il 15 ottobre 1978. Perugia: Stadio “Renato CURI”. 3° Giornata del Campionato 1978/1979. PERUGIA - FIORENTINA 1-0. Rete: 57’ Casarsa su calcio di rigore.
Formazioni; PERUGIA: Marcello GRASSI (89’ Malizia); Redeghieri, Ceccarini; Frosio, Della Martira, Dal Fiume; Bagni, *Cesare BUTTI, Casarsa, Vannini, W. Speggiorin (54’ M. Cacciatori). In panchina: ZECCHINI. Allenatore: Ilario CASTAGNER.
FIORENTINA: *Giovanni GALLI; Lelj, Tendi; *Roberto GALBIATI, Galdiolo, Amenta; Restelli, Di Gennaro, E. Sella, Antognoni, A. Orlandini (Desolati). In panchina: Carmignani e M. Marchi. Allenatore: Paolo Carosi. Arbitro Michelotti (Parma). Calci d’Angolo: 6 a 4 per la FIORENTINA.
*Cesare BUTTI: centrocampista nato a Ghiffa (NO) il 5 maggio 1951. Arriva al TORO dal CAGLIARI, per la stagione 1976/1977. Campionato: 36 presenze, 1 gol. Coppa ITALIA. 14 presenze, 1 gol. Coppe EUROPEE (CAMPIONI e U.E.F.A.), 5 presenze. Nell’estate 1978 viene ceduto al PERUGIA.
* Giovanni GALLI: portiere nato a Pisa il 29 aprile 1958. Arriva al TORO dal NAPOLI per la stagione 1993/1994. Campionato: 31 presenze, 34 gol subiti. Coppa ITALIA: 7 presenze, 2 gol subiti. Coppe EUROPEE (COPPE): 6 presenze, 6 gol subiti. Gioca la gara di SUPERCOPPA persa contro il MILAN per 1-0, gol di Marco SIMONE. Nel 1994 viene ceduto al PARMA.
*Roberto GALBIATI: “libero”, nato a Cernusco sul Naviglio (MI), paese natale di altri due grandi “liberi”, Gaetano SCIREA e Roberto Tricella. Arriva al TORO dalla FIORENTINA per il Campionato 1982/1983. Campionato: 75 presenze, 1 gol. Coppa ITALIA: 29 presenze, 1 gol. Al termine del Campionato 1984/1985 (secondo posto) viene ceduto alla LAZIO.
Fu questa l’Ultima partita disputata da MARCELLO nel Campionato di SERIE A.

ULTIMA PRESENZA di Marcello GRASSI in Coppa ITALIA con la maglia del PERUGIA: 10 settembre 1978. Perugia. Stadio “Renato CURI”. 4° Giornata del 5° Girone. PERUGIA - SAMBENEDETTESE 4-0. Reti: 7’ e 50’ rig. Casarsa, 26’ Goretti, 57’ W. Speggiorin.
Formazioni; PERUGIA: M. GRASSI; Redeghieri (18’ Dall’Oro), Ceccherini; Frosio, Della Martira, Dal Fiume: Goretti, C. BUTTI, Casarsa (72’ M. Cacciatori), Vannini, W. Speggiorin. Allenatore: Ilario Castagner.
SAMBENEDETTESE: *Antonio PIGINO; Catto, Sanzone (72’ Sgolastra): Melotti, Schiavi (48’ Giunti), M. Marchi; G. Bacci, Catania, *Ferdinando BOZZI, Sciannimanico, Francesco Chimenti. Allenatore. Nicola Tribuiani.
Arbitro: Paparesta (Bari).
*Antonio PIGINO: portiere nato a Palazzolo vercellese (VC) il 10 aprile 1951. Cresciuto nel settore giovanile “GRANATA”. In Prima squadra nel Campionato 1974/1975. 6 presenze i Campionato, 6 gol subiti. Nel 1975 viene ceduto alla SAMBENEDETTESE.
*Ferdinando BOZZI: attaccante nato a Monfalcone il 24 febbraio 1957.
Cresciuto nel Vivaio GRANATA, non giocò partite ufficiali con la maglia del TORO. Ho un suo ricordo in un’amichevole giocata al Campo CINZANO di Santa Vittoria d’Alba. TORINO - ALBESE 3-0. Reti: 5’ Pulici, 8’ Zaccarelli, 28’ Pulici. Ferdinando BOZZI giocò poi nel BENEVENTO, CESENA SAMBENEDETTESE, GIULIANOVA, e FRANCAVILLA. COLLEZIONÒ 102 presenze ed 8 gol in SERIE B. 130 le presenze in SERIE C, con 12 gol all'attivo.

Nel 1979 Marcello GRASSI viene ceduto al BARI in SERIE B allenato da “Mimmo” Renna. La sua riserva tra i pali dei “galletti” è Angelo VENTURELLI nato a Faenza il 1º maggio 1958. Sulla carta il BARI sembra una squadra preparata per lottare al vertice. Oltre a GRASSI ricordo gli ex “GRANATA” Livio MANZIN e Roberto BACCHIN, poi Carmelo BAGNATO, GARUTI, CHIARENZA, Giacomo LIBERA, FRAPPAMPINA, PAPADOPULO, TAVARILLI, PUNZIANO e Luciano GAUDINO attaccante proveniente dal MILAN. Il BARI si classifica al 9° posto, pari merito con ATALANTA, PALERMO e GENOA. 38 punti. 9 vittorie, 20 pareggi, 9 sconfitte. 26 gol realizzati 30 quelli subiti. Cannoniere della squadra, Giacomo LIBERA con appena 5 gol.

GRASSI rimane a l BARI anche nel Campionato 1980/1981. La squadra è sempre allenata da RENNA che però sarà esonerato e sostituito alla 27° Giornata da Enrico CATUZZI. Arrivano due grandi attaccanti, l’ex “GRANATA” Maurizio IORIO nato a Milano il 6 giugno 1959. Due Campionati al TORO, dal 1977 al 1979. Campionato: 15 presenze, 3 gol. Coppa ITALIA: 2 presenze, 1 gol. Coppe EUROPEE: 1 presenza. Viene ceduto all’ASCOLI. E, Aldo SERENA, nato a Montebelluna (TV) il 25 giugno 1960. Al TORO in prestito dall’INTER nella stagione 1984/1985. Campionato: 29 presenze 9 gol. Coppa ITALIA: 6 presenze, 0 gol. La stagione seguente passa “agli altri”. Marcello GRASSI, spartisce le presenze con Angelo Venturelli 20 a testa. Campionato sempre anonimo per il BARI, Ottavo posto con 37 punti. 13 vittorie, 11pareggi, 14 sconfitte. 40 i gol realizzati, 41 quelli subiti. Cannoniere della squadra, Maurizio IORIO 10 gol.

1981/1982: MARCELLO viene ceduto al PESCARA (SERIE B). Una stagione travagliata per gli adriatici. Tre cambi di panchina. Si inizia con Saul MALATRASI (ricordate il “libero” del Grande MILAN di ROCCO, Campione d’Italia, d’Europa e del Mondo?), alla 4° giornata esonero e arrivo dell’ex terzino del CAGLIARI, Mario TIDDIA a sua volta esonerato e sostituito dallo stagionato “Beppe” CHIAPPELLA ex mediano della FIORENTINA del 1° Scudetto 1956 e della NAZIONALE.
Niente da fare, il PESCARA conclude il Campionato all’ULTIMO POSTO e retrocede in SERIE C. E pensare che l’organico non era niente male. Oltre a GRASSI, l’altro portiere Lorenzo FRISON, nato ad Aosta il 26 febbraio 1955. Cresciuto nel vivaio “GRANATA”, disputa le sue migliori stagioni nel PALERMO dal 1975 al 1981, 103 presenze, 86 gol subiti. Poi molti giocatori importanti come l’ex “GRANATA” Sergio TADDEI centrocampista nato Tavarnelle Val di Pesa (FI) il 24 novembre 1954. Cresciuto nel vivaio “GRANATA”, 2 presenze in prima squadra, una in Campionato e una in Coppa ITALIA. Ceduto al NOVARA nel 1973. Poi gente esperta come Valeriano PRESTANTI, Ennio PELLEGRINI, Bruno NOBILI, Mauro AMENTA, Walter CASAROLI, Roberto EUSEPI, Walter MAZZARRI, Massimo SILVA ecc. Il PESCARA come già detto termina al 20°, ultimo posto con17 punti, frutto di 4 vittorie, 9 pareggi e 25 sconfitte. 20 i gol realizzati, 57 quelli subiti. 21 le presenze di MARCELLO.

1982/1983: il “nostro” MARCELLO passa alla PISTOIESE (SERIE B), allenata da Enzo Riccomini (già suo allentore ad ACOLI). Portiere titolare è il giovane Astutillo MALGIOGLIO (10 anni in meno di MARCELLO) che però sa ritagliarsi il suo spazio con 8 presenze, 7 gol subiti. Una buona squadra la PISTOIESE di quella stagione. Ne fanno parte giocatori del livello di Giorgio ROGNONI ex MILAN, Fabrizio BERNI (ex FIORENTINA. Lanerossi VICENZA e PERUGIA), Pietro GHEDIN ex di CATANIA e LAZIO, il Capitano Sergio BORGO (259 presenze, 2 gol con la maglia arancione), Francesco VINCENZI, 45 presenze, 11 gol nel MILAN, Roberto PARLANTI ex FIORENTINA, REGGIANA, VENEZIA e PARMA, e l’ex “GRANATA” Salvatore GARRITANO: attaccante nato a Cosenza il 23 dicembre 1955. Arriva al TORO dalla TERNANA nel 1975. Campionato: 20 presenze, 2 gol. Coppa ITALIA: 4 presenze, 3 gol. Coppe EUROPEE: 3 presenze, 1 gol. Nel 1977 viene ceduto all’ATALANTA. Altro ex “Torinista”, Marco MASI. Difensore nato a Pisa, l’11 gennaio 1959. Cresciuto nel settore giovanile. Aggregato alla Prima squadra nel 1977/1978 e dal 1979 al 1981. Campionato: 32 presenze. Coppa ITALIA. Coppe EUROPEE: 2 presenze. Nel 1981 viene ceduto alla PISTOIESE. La squadra guidata da Riccomini termina il Campionato cadetto al 14° posto con 34 punti come PALERMO e LECCE. 7 vittorie, 20 pareggi e 11 sconfitte. 33 gol realizzati, 34 quelli subiti.

1983/1984: MARCELLO, ormai “trentacinquenne” rimane alla PISTOIESE (ancora allenata da Enzo Riccomini) a far da “chioccia” al giovane Guido BISTAZZONI nato a Porto Ercole (GR) il 12 marzo 1960 che avrà un’ottima carriera nelle file di SAMPDORIA e PADOVA. Dall’INTER arriva il centrocampista Daniele BERNAZZANI. La squadra inizia bene specie nelle gare casalinghe, tre vittorie consecutive contro CAGLIARI, LECCE e PADOVA, ma in trasferta sono sempre sconfitte. Dopo la partita persa in casa il 30 ottobre 1983, nel derby (0-1) contro l’AREZZO, molti, troppi alti e bassi e alla fine arriva la retrocessione in SERIE C1. 17° posto finale pari merito con il PALERMO. 34 punti, 12 vittorie,10 pareggi, 16 sconfitte. 27 gol realizzati, 34 quelli subiti. MARCELLO scende in campo solo due volte. Saranno le Ultime due giocate da Professionista.

Le ULTIME stagioni sul campo da gioco, Marcello GRASSI le gioca 1984 1985 nel RAPALLO, campionato INTERREGIONALE, GIRONE E. 8° posto finale. 1985/1986: gioca nella CARRARESE Serie C1. Conclude nella CEPARANA e al termine del Campionato si ritira dall’attività agonistica. Attualmente Marcello GRASSI è un tranquillo pensionato chegioca a bocce con ottimi risultati nella Società Carrarese del FOSSONE, Campionati Nazionali di SERIE B e C.
È da alcuni anni un mio carissimo Amico (di cui ne vado orgoglioso) su FACEBOOK.

Ciao MARCELLO, buona domenica a TE e famiglia.



Rispondi