SOLLIEVO PER BASELLI MA È ALLARME LYANCO - Notizie Toro - blog1

Vai ai contenuti

SOLLIEVO PER BASELLI MA È ALLARME LYANCO

blog1
Pubblicato da in giornali ·



Risiede nel taglio degli occhi di Daniele Baselli, la notizia più lieta ad accogliere Walter Mazzarri nella settimana che porterà al severo impegno contro l'Inter di sabato sera. Solo quel dettaglio del centrocampista di Manerbio, d'altronde, si è potuto scorgere ieri sul terreno di gioco secondario del Filadelfia,  seduta d'allenamento pomeridiana a porte aperte. Cappellino di lana abbassato sulla fronte e scaldacollo il più su possibile, per proteggersi da un freddo pungente. Ma tant'è: sotto diversi strati di indumenti c'era proprio il numero 8 granata. E questa, per il tecnico di San Vincenzo, è già di per sé un'ottima novella. Soprattutto perché Baselli – se si eccettua un quarto d'ora di lavoro atletico a parte – ha svolto l'intera sessione insieme ai compagni di squadra, partitella finale compresa. Un viatico, a cinque giorni dalla ripresa del campionato, che sembra dunque poter condurre ad una sua convocazione già per il confronto del Grande Torino contro una lanciatissima Inter. Strizzando i tempi di recupero dalla distorsione alla caviglia destra patita alla vigilia del largo successo di Brescia. E offrendo, se non dall'inizio almeno a gara in corso, una soluzione in più al centrocampo di Mazzarri. Potrebbe essercene bisogno, considerando che Tomas Rincon ha salutato Torino da acciaccato per rispondere alla chiamata del Venezuela e sarà l'ultimo a rientrare al termine dell'amichevole di oggi contro il Giappone nella lontana Osaka. Valutazioni da cui non potrà prescindere Mazzarri nel fantasticare sull'undici titolare da contrapporre a quello di Antonio Conte, in una formazione da cui sarà difficile escludere Alejandro Berenguer. Reduce dalla scoppiettante doppietta del Rigamonti, infatti, l'iberico continua a sprizzare salute da ogni poro, come testimoniato dalla spettacolare rovesciata “alla Belotti” di cui si è reso protagonista ieri gonfiando la rete del Filadelfia. E come confermato, vieppiù, dalle statistiche che lo vogliono secondo miglior marcatore della squadra in campionato: tre i centri realizzati finora dal fantasista di Pamplona, in appena 188' in campo. Chi non c’era ieri e non ci sarà nemmeno con l’Inter, al contrario, è invece Lyanco, atteso quest’oggi al Filadelfia di rientro dal Torneo di Tenerife disputato con il Brasile Under 23. Non per prendere parte all’allenamento, però, bensì per sottoporsi ad accertamenti in seguito all’infortunio patito nel corso della finale della manifestazione contro i pari età dell’Argentina. Un classico senza tempo del calcio mondiale nel quale difficilmente i protagonisti tirano indietro la gamba. E infatti, alla mezz’ora del primo tempo, l’albiceleste Capaldo ha compiuto un durissimo intervento sulla caviglia del centrale granata, il cui ginocchio destro – rimasto piantato nel terreno – ha patito una torsione se non innaturale quantomeno preoccupante. Nelle prossime ore lo staff medico valuterà l’entità del problema, che facilmente però estrometterà Lyanco – uscito dal campo dolorante pochi istanti dopo il fallo subito – dalla gara con l’Inter. E lo costringerà nei prossimi giorni ad unirsi agli infortunati Bonifazi e Iago. In una poco ambita cerchia dalla quale, almeno, si è appena chiamato fuori Baselli.
fonte tuttosport


Torna ai contenuti