MAZZARRI ALLE PRESE CON L’INCOGNITA IAGO - Notizie Toro - blog1

Vai ai contenuti

MAZZARRI ALLE PRESE CON L’INCOGNITA IAGO

blog1
Pubblicato da in giornali ·



Oggi Iago Falque conoscerà il suo destino: lo spagnolo, out nel derby per un problema muscolare accusato alla coscia sinistra, oggi viene sottoposto agli esami medici che chiariranno l’entità dell’infortunio. Il secondo stagionale, dopo quello alla caviglia che lo aveva tenuto a lungo ai margini. Iago si era dovuto fermare una prima volta dopo la sfida di Alessandria contro il Debrecen: era il 25 luglio. Quasi due mesi e mezzo più tardi il rientro in campo, nella prova pareggiata contro il Napoli. Pochi minuti utili a ricevere l’applauso della Maratona, prima di entrare per una mezzora a Udine. La chance dall’inizio arriva contro il Cagliari, ma la sua presenza in campo, deludente, dura soltanto il primo tempo. E si giunge alla disfida di Roma, a una nuova mezzora scarsa trascorsa senza minimamente incidere (molto difficile, considerato il contesto). Nel derby, in base a quanto era filtrato nei giorni precedenti l’infortunio, Iago Falque avrebbe nuovamente dovuto avere una opportunità dall’inizio. Preclusa in favore di Verdi, all’ennesima prova deludente alle spalle di Belotti, contro i bianconeri. Due infortuni in questa stagione, due nella passata: in totale, da quando ha firmato il rinnovo contrattuale con i granata (novembre 2018), l’attaccante è andato incontro a quattro stop. Più o meno lunghi. Solo oggi si conoscerà la durata dell’ultimo che il numero 10 del Toro deve affrontare, ma la sensazione è che sarà ben difficile possa essere a disposizione già per il Brescia (sabato alle 15). Da vedere, a questo punto, quale potrà essere la composizione di un attacco che, ovviamente, avrà in Belotti il riferimento centrale. Mazzarri potrebbe confermare lo schieramento del derby, quello con Verdi assieme al Gallo. Una alternativa prevede l’impiego del tandem Zaza-Belotti, con la terza, auspicabile via che conduce all’utilizzo di Verdi quale rifinitore per la suddetta coppia di punte. Ciò che ancora non si dovrebbe vedere, a meno di ottime notizie odierne, è il tridente sul quale pare essersi abbattuta una maledizione. Quale sia il motivo, si va dagli infortuni, ai tempi del mercato, alle scelte di formazione, sta di fatto che al fischio iniziale lo spagnolo assieme a Belotti e Verdi non lo si è mai visto.
fonte tuttosport


Torna ai contenuti