IZZO: ZUCCATA ALL’INTER! - Notizie Toro - blog1

Vai ai contenuti

IZZO: ZUCCATA ALL’INTER!

blog1
Pubblicato da in giornali ·



I gol di testa arriveranno presto. Parola, o meglio risposta, di Armando Izzo a un tifoso juventino sui social. Il siparietto risale a lunedì, quando il difensore ha postato su Instagram una foto (poi cancellata) che lo ritraeva in allenamento a Coverciano con la Nazionale in compagnia dell’ex romanista El Sharaawy. Alla domanda «Armandone, ti voglio bene…ma quei gol di testa in campionato che fine hanno fatto?» Izzo ha risposto «Arriveranno». Una promessa che sa quasi di appuntamento, anche perché il calendario della serie A alla prossima giornata metterà a confronto Torino e Inter ( sabato 23 novembre alle 20:45 allo stadio Olimpico Grande Torino). Una partita che il Toro ha vinto per 1-0 nelle ultime due occasioni in casa. Chi ha deciso il match del 27 gennaio scorso? Proprio Izzo che, su assist di Ansaldi, si arrampicò su D’Ambrosio per battere Handanovic con un colpo di testa imperioso. In questa stagione, complici i preliminari di Europa League, il centrale napoletano ha iniziato con le gare ufficiali a luglio: le sue qualità sotto porta, anche in campo internazionale, sono state determinanti sin da subito. Il gol è arrivato nel match di ritorno del primo turno preliminare contro il Debrecen ( 1 agosto ), a cui ha fatto seguito quello siglato contro il Soligorsk nel match casalingo dell’ 8 agosto. Prima rete di piede, seconda di testa. Ancora una zuccata di Izzo, decisiva ai fini del risultato, il 1° settembre contro l’Atalanta: cross di Baselli e stacco sul secondo palo per il 2-3 granata. Tre punti conquistati e l’occasione per festeggiare il bis contro la Dea dopo la rete a febbraio 2019. Un bottino stagionale di 3 reti che lo avvicina al suo record di 4 segnature stabilito nella stagione scorsa. Quest’anno, dopo un inizio spumeggiante, il rendimento di Izzo è stato insufficiente in alcune circostanze, praticamente in linea con le prestazioni offerte dalla squadra. La mancanza di un leader al centro della retroguardia a 3 come Nkoulou ha minato anche le sue certezze sul centro destra, l’utilizzo continuato da parte di Mazzarri (Izzo ha giocato 1478 minuti fra campionato ed EL su 1620 totali) gli ha fatto perdere un po’ di lucidità. Nel derby e contro il Brescia ha fatto vedere di essere tornato su buoni livelli: contro l’Inter, alla ripresa del campionato, avrà l’occasione di rifarsi anche in zona offensiva. Intanto si gode il ritiro con la Nazionale, in preparazione delle partite contro Bosnia (in cui quasi sicuramente partirà dalla panchina) il 15 novembre e Armenia il 18. Il ct Mancini ne apprezza le qualità e il rapporto con il gruppo è altrettanto ottimo: a conferma di questo, Izzo è stato immortalato lunedì sera dal milanista Donnarumma mentre si esibisce in una performance canora fra le risate dei compagni. In questo primo scorcio di stagione, il Torino ha segnato 10 reti di testa: 6 in Europa League (Zaza e Millico nel doppio turno contro il Debrecen, Belotti e Izzo contro il Soligorsk, De Silvestri e Belotti contro i Wolverhampton) e 4 in campionato (ancora Zaza contro il Sassuolo, Bonifazi e Izzo contro l’Atalanta e Ansaldi contro il Parma). Già raggiunto e superato lo score dello scorso anno, quando le reti di testa furono 8 in totale. Quello che sorprende, invece, è l’assenza dalla lista dei marcatori aerei in campionato di Belotti, infallibile cecchino dal dischetto e non solo ma ancora all’asciutto di gol con questo fondamentale. Al numero di reti di testa si aggiunge anche il dato dei cross in campionato da parte dei calciatori granata, 87 utili e 52 sbagliati, inferiori solo a quelli dell’Inter (90 utili e 64 sbagliati). I nerazzurri, sui gol di testa in serie A, comandano la classifica provvisoria a quota 5 insieme con Fiorentina e Cagliari, davanti al terzetto formato da Torino, Roma e Napoli a quota 4. Il prossimo match contro la squadra dell’ex juventino Conte, quindi, si annuncia combattuto anche in alta quota. Izzo, in questo senso, ha già risposto presente.
fonte tuttosport


Torna ai contenuti