IL TORO ASPETTA, GLI ALTRI NO SI DIROTTA SU OKAKA E FOFANA - Notizie Toro - blog1

Vai ai contenuti

IL TORO ASPETTA, GLI ALTRI NO SI DIROTTA SU OKAKA E FOFANA

blog1
Pubblicato da in giornali ·



Confermata la strategia di una decina di giorni fa. Il Toro aspetta la sfida di stasera con il Genoa in Coppa Italia e le prossime due di campionato (contro Bologna e Sassuolo) prima di intervenire (in entrata) sul mercato. Per ora, quindi, si continua a percorrere la strada dell’attendismo, quella tanto cara al presidente Cairo. E così, nel frattempo, i granata hanno visto sparire MusaBarrow che è passato al Bologna e Jasmin Kurtic che sta andando al Parma. Due giocatori che piacevano e che i granata avrebbero trattato con più determinazione solo dopo l’ultima partita del trittico che può rilanciare (o ridimensionare di brutto) le ambizioni del Toro sia in campionato sia in Coppa Italia che resta una manifestazione a cui Mazzarri tiene in maniera particolare, anche se mai quanto i tifosi granata. A fine settimana sarà fatta eccezione per un giocatore in uscita: Kevin Bonifazi- a meno di ripensamenti, mai da escludere sul mercato - potrebbe passare alla Spal: si parla di 10 milioni più 3 di bonus, ma a ieri sera si stava ancora trattando. Il difensore preferirebbe piazze più consolidate tipo Atalanta, Fiorentina e Parma che insistono nel corteggiarlo ma, comunque, non rifiuterebbe il ritorno a Ferrara se otterrà la garanzia di non restare in caso di retrocessione. Si sta cercando il modo per aggirare questo problema L’OBIETTIVO Il Toro, a questo punto, ha in testa un obiettivo prioritario: Stefano Okaka, 30 anni, attaccante dell’Udinese. Mazzarri lo ha avuto per una stagione al Watford e vede in lui la spalla ideale per Belotti. Prima di affondare il discorso, però, bisogna cedere Zaza, elemento che nonostante un’altra stagione di alti e bassi ha diverse richieste. Lo vorrebbe il Sassuolo che ha proposto uno scambio con Duncan ma su di lui potrebbe tornare forte la Fiorentina se in breve non riuscirà a chiudere per Cutrone. E poi c’è sempre l’offerta di dieci milioni da parte dei turchi del Besiktas, la stessa società che proprio dal Toro acquistò Ljiajic. Okaka è il giocatore che Mazzarri ha chiesto a Cairo e Bava, ma accoglierebbe a braccia aperte anche un centrocampista. Per esempio Badelj della Fiorentina, in prestito dalla Lazio, che in viola non è ancora riuscito ad emergere come potrebbero garantirgli le sue qualità di uomo d’ordine (che peraltro scarseggiano in casa granata). Bisognerà vedere che cosa ha in testa per lui Iachini. Il croato, 30 anni, è il regista di cui avrebbe tanto bisogno il Toro. E poi intrigano altri due centrocampisti: Fofana dell’Udinese e Duncan del Sassuolo. Il primo è più esplosivo, capace di rilanciare l’azione in maniera veloce, mentre il secondo è più tosto e, quindi, difensivo. Entrambi piacciono a Mazzarri. Insomma, il Toro qualcosa farà. Oltre a sfoltire, su espressa richiesta del suo tecnico, porterà a casa un paio di giocatori con la speranza che, dopo il trittico, i due traguardi (Coppa Italia ed Europa) siano ancora percorribili
fonte tuttosport


Torna ai contenuti