I tifosi del Toro coccolano B-B - Notizie Toro - blog1

Vai ai contenuti

I tifosi del Toro coccolano B-B

blog1
Pubblicato da in giornali ·



La nuova vita di Berenguer e Bremer. Ieri seconde, se non terze linee del Toro, oggi sempre più al centro del progetto di Mazzarri. L’ultima partita, al Rigamonti di Brescia, è valsa per i due come quella del riscatto, dopo aver digerito nel recente passato, l’anno scorso, più d’una amarezza. Per loro, oggi, parla il rendimento, ma non solo. Il jolly spagnolo, con l’ultima doppietta (la prima della sua carriera) ha già superato i gol totali dello scorso campionato (3 a 2). Il difensore brasiliano invece ha già battuto le presenze della sua prima stagione in granata: 6 contro 5, e tutte da titolare rispetto alle due volte della passata stagione, gettoni raccolti peraltro nelle ultime quattro giornate. Berenguer e Bremer, adesso, viaggiano insieme anche negli appuntamenti con i tifosi. Come quello di ieri organizzato dal club nel quale hanno respirato il primo vero contatto, da protagonisti, con il popolo granata. Una piazza che li ha accolti a braccia aperte nello store in corso Orbassano del nuovo sponsor tecnico, la Joma. E’ vero, i numeri sono ancora lontani da quelli di una grande folla: c’erano una cinquantina di presenze, d’altronde il grosso del tifo è ancora da riconquistare e si è visto bene anche martedì scorso in un Filadelfia ancora piuttosto freddino. Però, stavolta, la passione è tornata a respirarsi, nitida: «Bella doppietta, continua così», i messaggi recapitati all’ex dell’Osasuna. «Bravo, finalmente stai facendo vedere il tuo valore», quelli rivolti a Bremer. «Imbavagliati» dal club, che ha preferito non far parlare i suoi tesserati, ci ha pensato la gente del Toro a riscaldare l’ambiente. In prima fila i bambini che hanno assediato i due calciatori chiedendogli autografi, fotografie, selfie, dediche e messaggi video. Bremer e Berenguer si sono prestati volentieri al gioco. Era la loro serata, il modo migliore per mettersi alle spalle il periodo buio e ribadire la loro importanza in un momento in cui la squadra di Mazzarri è chiamata a recuperare posizioni in classifica. Una rimonta che parte anche da elementi così, aspettati a lungo e ora pronti a dare una mano per riportare il Toro verso target più consoni alla sua storia e alla sua forza. D’altronde l’obiettivo di inizio stagione era l’Europa League..
fonte la stampa


Torna ai contenuti