FILA: OCCASIONE PERSA - Notizie Toro - blog1

Vai ai contenuti

FILA: OCCASIONE PERSA

blog1
Pubblicato da in giornali ·



Anno nuovo, vecchie (e discutibili) abitudini. Il Toro ha iniziato quasi in sordina questo 2020, blindato fra le quattro mura del Filadelfia che da fortino ai tempi d’oro è stato declassato a bunker. L’ultimo contatto con il pubblico in una seduta a porte aperte risale, infatti, ai giorni successivi alla vittoria sul Brescia del 9 novembre scorso. Un gesto visto come un possibile tentativo di riappacificazione fra i tifosi e la società dopo il primo scorcio di stagione difficile che, però, è andato in frantumi dopo i primi malumori espressi dai gradoni del Fila. A seguire le continue contestazioni della tifoseria nei confronti di Mazzarri e Cairo, gli striscioni appesi alla recinzione del Filadelfia e l’indifferenza verso la squadra. Il silenzio in cui si è chiusa la gente del Toro, anche e soprattutto dopo il presunto “esperimento sociale” in Curva Primavera, sa quasi di rassegnazione, ma le notizie che sono arrivate dalle altre piazze della serie A hanno contribuito ad acuire il malcontento e a far perdere la pazienza. A Roma, per il primo giorno del 2020, la squadra che domani affronterà il Toro si è allenata a porte aperte al Tre Fontane spinta dai cori, gli applausi e gli incitamenti dei propri tifosi: posti esauriti e bandiere al vento per caricare gli uomini di Fonseca in vista della gara contro Belotti e compagni. I video della seduta dei giallorossi hanno fatto il giro del web, soprattutto nei forum dei tifosi granata che non hanno potuto far altro che mettere a confronto le due situazioni: da un lato quella romanista, nel bel mezzo di un passaggio di proprietà (e con un feeling fra l’attuale patron Pallotta e la tifoseria ai minimi storici) in cui la società ha comunque teso la mano alla sua genEra il 4 luglio: raduno al Fila coi tifosi in festa. Che nostalgia... te; dall’alto quella granata in cui, nonostante una solidità societaria sbandierata ai quattro venti, il muro fra la squadra e i tifosi appare invalicabile. A Firenze, dove la Fiorentina ha appena cambiato allenatore e occupa il 15° posto in classifica, il 1° gennaio al Franchi erano addirittura in 8 mila per salutare il ritorno in campo dei viola, costretti a invertire la tendenza in queste ultime due gare nel girone di andata e in quello di ritorno. E a Torino? Tutto tace, perlomeno nei dintorni del Filadelfia dove la squadra continua a lavorare in vista della partita di domani. Quello che si augurano i tifosi, al netto della freddezza e dell’indifferenza nei confronti di società e squadra, è che nel nuovo anno possa verificarsi un’inversione di tendenza: al Grande Torino, conquistando i punti, ma anche al Fila, riconquistando la gente granata.
fonte tuttosport


Torna ai contenuti