CAIRO: ALTRA CONTESTAZIONE - Notizie Toro - blog1

Vai ai contenuti

CAIRO: ALTRA CONTESTAZIONE

blog1
Pubblicato da in giornali ·



Altre forme di contestazione a sorpresa, dopo quegli striscioni comparsi un paio di settimane fa in zona Torino Sud, non lontano dal Lingotto, appesi a cavalcavia e sottopassaggi. Ammesso che si tratti del medesimo gruppo (anonimo) di contestatori, cioè della medesima area di provenienza, stavolta sono cambiate le modalità e i luoghi degli attacchi a Cairo (di sicuro non è mutato il messaggio: l’indiscutibile “invito” a cedere il Torino). Nella notte tra giovedì e venerdì sono comparse scritte all’ingresso della sede del club, in pieno centro storico a due passi da via Roma, nonché al Filadelfia, in via Spano (vicino al passo carrabile da cui entrano ed escono i giocatori). Altre scritte analoghe sono poi comparse anche in altre zone di Torino, a macchia di leopardo: imbrattati altri muri con il medesimo messaggio. Non solo: sta prendendo piede anche la diffusione di adesivi con la scritta “Cairo vattene”, che ormai si vedono apposti nei luoghi più disparati in città (automobili comprese: anche di alcuni taxisti). Il tutto si accompagna idealmente anche al tam tam sui vari social: profili Facebook e messaggi con “bollini di riconoscimento” anti-Cairo. Insomma, la contestazione sta allargandosi, le modalità si stanno diversificando.La crisi di risultati e di identità della squadra ha ovviamente acuito e fatto riesplodere il “partito” degli anti-cairoti. E le ripetute accuse lanciate contro Cairo sono dei must sempreverdi, a fronte dei fatti e delle omissioni (a volo d’uccello: società non abbastanza forte e strutturata, promesse non mantenute, mercati deficitari, strutture sportive  non sufficienti, scarso rapporto con il mondo della tifoseria e via dicendo). Protagonista di tanti cori di contestazione, in queste ultime settimane così come negli anni scorsi, è di certo la curva Primavera, allo stadio. Ma ultimamente anche la Maratona ha espresso un certo dissenso: dapprima con quei due striscioni appesi al Fila e allo stadio sul mercato “fantasma” (fine agosto), poi con le critiche in coda a un documento stilato contro Mazzarri (e non solo per il caso Chiellini). Per stasera allo stadio ci si attende già un clima caldo di sicuro, meteo a parte. E l’andamento della partita influenzerà come sempre gli umori popolari, allargando o meno il peso e l’entità della contestazione.
fonte tuttosport


Torna ai contenuti