Belotti corre verso il Genoa - Notizie Toro - blog1

Vai ai contenuti

Belotti corre verso il Genoa

blog1
Pubblicato da in giornali ·




Fiducia sì, ottimismo pure. Ma anche tanta, comprensibile cautela. Non si scherza quando l’argomento è Andrea Belotti, il cui recupero è tema di importanza preminente. Il Gallo è ancora alle prese con i postumi della botta all’anca rimediata contro l’Inter. E ieri, esattamente come lunedì e martedì, non si è ancora allenato con il resto dei compagni. Prosegue il lavoro differenziato, perché l’obiettivo di tutti é chiaro già da dopo la sua uscita dal campo contro i nerazzurri: rivederlo all’opera contro il Genoa è una missione da compiere con ogni mezzo possibile. Il Toro ha bisogno del capitano come dell’ossigeno. Basta ricordare il crollo emotivo della squadra sabato scorso al momento della sua uscita dal campo: gol dilettantesco incassato alla prima occasione creata da Lautaro Martinez e compagnia, ma soprattutto una quasi totale incapacità di finalizzare la pur esigua mole di gioco e occasioni create. Senza il Gallo, è naturale, si fa poca strada: ogni squadra, in qualche maniera, dipende dal suo elemento più rappresentativo del reparto offensivo. A maggior ragione il Toro, ben lontano dal poter contare su una cooperativa del gol. A Marassi la presenza di Belotti è indispensabile, per questo lo staff tecnico granata sta monitorando con estrema attenzione il recupero: ogni passo affrettato può rivelarsi fatale al rientro contro il Genoa. Oggi potrebbe allenarsi col gruppo, effettuando l’intera seduta di allenamento con i compagni. Il mirino è puntato sul Grifone e il capitano farà di tutto per non mancare, nell’appuntamento più delicato di questa prima parte di stagione. Nella partitella a ranghi misti di ieri non si sono naturalmente visti Iago Falque e Lyanco, gli unici due indisponibili: il primo sta assorbendo la lesione muscolare alla coscia sinistra, il secondo ha appena AL GALLO SERVE UN PARTNER Foto grande (nonché qui sopra con capitan Belotti): Vincenzo Millico, 19 anni. La secondo foto piccola: Simone Zaza, 28 anni. Per lui solo 2 gol in campionato in 10 presenze Zaza delude? Mazzarri provi col baby bomber iniziato il percorso di riabilitazione che lo costringerà a tenere un tutore al ginocchio per le prossime tre settimane. In compenso, Mazzarri avrà di nuovo la possibilità di convocare Bonifazi,Laxalt e Millico. E, di questi tempi, ogni buona notizia per il Toro è oro colato. Ma la più importante deve ancora essere sancita: la disponibilità di Belotti per la battaglia di dopodomani contro i rossoblù viene prima di tutto. L’ottimismo che si respira fa ben sperare.
fonte tuttosport


Torna ai contenuti